Tu sei qui

Inquinamento luminoso

Molte piante si dimostrano sensibili ad interruzioni del periodo notturno, anche se causate da fonti bassissime di illuminazione nello spettro del PAR, (inferiori a 0.1 micromole per m2 al secondo) come ad esempio quelle provenienti da telecamere di sicurezza. 
Gli effetti negativi derivanti da tale disturbo possono tradursi in ermafroditismo o scarsità di infiorescenze. 
Per tenere sotto controllo il fenomeno, la Apogee ha sviluppato questo sensibilissimo sensore, SQ-640, in grado di rilevare livelli bassissimi di fotoni dispersi nel campo tra i 340 e 1040 nm.
Al momento il sensore viene offerto con la sola uscita analogica, ma sono allo studio uscite alternative e la disponibilità di un lettore per misure in tempo reale.

Scheda Tecnica: 
Contatti: 

Alessia Fortunati
alessiaf@ecosearch.it
+39-075-9307013

Documentazione: 
Trovaci su Facebook
Trovaci su LinkedIn
Trovaci su Twitter

Ecosearch Srl - Loc. Corlo, 11/A - 06014 Montone (PG) | Tel +39 0759307013 | P.I. 02292010549 |

REA 207554PG | Capitale Sociale € 50400.00 i.v. | ecosearch@ecosearch.it | Privacy e Cookie Policy